Pubblicato il Lascia un commento

Corso professionisti R.S.P.P.

Corso professionisti R.S.P.P.

Il percorso formativo offre possibilità concrete di inserimento nel mondo del lavoro presso grandi aziende pubbliche e private e nelle pubbliche amministrazioni.

Il percorso formativo offre possibilità concrete di inserimento nel mondo del lavoro presso grandi aziende pubbliche e private e nelle pubbliche amministrazioni.

Il corso per RSPP e ASPP introduce e approfondisce le conoscenze di base sulle tematiche della prevenzione, abilitando al ruolo di Responsabile del servizio di prevenzione e protezione.
Il corso viene erogato online nella comoda modalità e-learning, che ti permette di seguire quando e dove vuoi, con qualsiasi dispositivo, anche Mobile.
Sono disponibili 3 diversi moduli, dal più generico al più specifico, da frequentare in base alle necessità del proprio settore professionale:

 

Il Modulo A è il corso base per RSPP e ASPP e gli obiettivi di apprendimento riguardano le conoscenze di base sulle tematiche della prevenzione. Durata: 28 ore in modalità E-learning Programma: L’approccio alla prevenzione nel d.lgs. 81/2008 Il sistema di vigilanza e assistenza Il sistema istituzionale della prevenzione Il sistema legislativo: esame delle normative di riferimento Note: il modulo vale per qualsiasi macrosettore e costituisce Credito Formativo permanente. L’ Accordo Stato-Regioni n. 128 approvato il 7 luglio 2016 consente l’utilizzo della modalità e-learning.

Il Modulo B è un corso associato alla risoluzione di problemi, all’analisi e alla valutazione dei rischi, alla pianificazione di idonei interventi di prevenzione delle attività aziendali, è in relazione ai livelli di rischio e delle differenti realtà lavorative.
Durata: 48 ore in audio-video conferenza (diretta con il docente)
Programma:
UD 1
Tecniche specifiche di valutazione dei rischi e analisi degli incidenti
UD 2
Ambiente e luoghi di lavoro
UD 3
Rischio antincendio e gestione emergenze
UD 4
Rischi infortunistici:
Macchine impianti e attrezzature
Rischio elettrico
Rischio meccanico
Movimentazione merci: apparecchi di sollevamento e attrezzature per trasporto merci
Mezzi di trasporto: ferroviario, su strada, aereo e marittimo
UD 5
Rischi infortunistici:
Cadute dall’alto
UD 6
Rischi di natura ergonomica e legati all’organizzazione del lavoro:
Movimentazione manuale dei carichi
Attrezzature munite di video terminali
UD 7
Rischi di natura psico-sociale:
Stress da lavoro correlato
Fenomeni di mobbing e sindorme di burn out
UD8
Agenti fisici
UD9
Agenti chimici, cancerogeni, e mutageni, amianto
UD10
Agenti biologici
UD11
Rischi connessi ad attività particolari:
Ambienti confinato e/o sospetti di inquinamento, attività su strada, gestione rifiuti.
UD12
Organizzazione dei processi produttivi


Requisiti:
Per poter diventare RSPP o ASPP è necessario avere un titolo di studio non inferiore al diploma di media superiore.
Per accedere al corso Modulo B è obbligatorio aver frequentato il Modulo A, o esserne esonerati.


Note: la frequenza al costituisce Credito Formativo soggetto ad aggiornamento quinquennale. Il Modulo B è inoltre propedeutico alla frequenza dei Moduli B specialistici per i settori che lo richiedono (pesca e agricoltura, costruzioni, sanità, chimico).

Il Modulo C è il corso di specializzazione per le sole funzioni di RSPP e tratta degli aspetti gestionali e relazionali della prevenzione.
Durata: 24 ore in audio-video conferenza
Programma:
UD C1
Presentazione e apertura del corso
Il ruolo dell’informazione e della formazione
UD C2
Organizzazione e sistemi di gestione
UD C3
Il sistema delle relazioni e della comunicazione
Aspetti sindacali
UD C4
Benessere organizzativo compresi i fattori di natura ergonomica e da stress lavoro correlato


Requisiti:
Pre-requisito: diploma
Requisito: formazione RSPP Mod.A + RSPP Mod.B comune


Note: la partecipazione al Modulo C è obbligatoria per tutti gli RSPP e coloro in possesso delle lauree triennali o lauree in ingegneria che esonerano dall’obbligo dei Moduli A e B.

La frequenza è obbligatoria ed è necessario frequentare almeno il 90% del’orario complessivo per poter sostenere la valutazione finale di idoneità alla fine di ciascun percorso.

INFORMAZIONI

Per info e prenotazioni si prega di contattare il numero 0882 600353

Isaf Consulting

Indirizzo

Via Umberto Fraccacreta, 34, 71016 San Severo FG

Contatti

Email : info@isafconsulting.com

Orari ufficio

Dal lunedì al venerdì

8.30 – 13.00 | 15.30 – 19.00

Seguici sui social
Pubblicato il Lascia un commento

Corso Formazione Formatori

Corso Formazione Formatori

Il corso di formazione è finalizzato alla qualificazione, ai sensi del Decreto Min. Lavoro 6 marzo 2013, della figura del docente formatore per la salute e sicurezza, il quale sia già in possesso del prerequisito del diploma di scuola secondaria di secondo grado, nonché all’approfondimento re delle conoscenze e capacità nella gestione di attività formative.

Attraverso la modalità di fruizione in e-learning, il professionista potrà frequentare il corso gestendo in autonomia il proprio tempo, scegliendo liberamente se seguire il corso da casa o dal luogo di lavoro: avendo la possibilità di interrompere e riprendere la frequenza del corso in qualsiasi momento.

Al termine del corso sarà necessario sostenere un Esame finale, così come previsto da normativa vigente.

In conformità ai requisiti richiesti dal D.Lgs. 81/08 e dal Decreto Interministeriale 6 marzo 2013 e dall’Accordo Stato-Regioni 21.12.2011, gli obiettivi del corso Formatori sulla Sicurezza sono: conoscenza, esperienza e capacità didattica di base della comunicazione nella Sicurezza e ruolo del Formatore per la Sicurezza. La frequenza di questo specifico percorso formativo dedicato alla formazione dei formatori per la sicurezza ha la durata di 24 ore.

I destinatari del corso sono coloro che intendano acquisire il titolo di Formatore in materia di Salute e Sicurezza sul lavoro e che necessita di acquisire il requisito di esperienza didattica previsto dal Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero della Salute del 6 marzo 2013 (1° specifica per i criteri dal 2° al 6°) in attuazione dell’articolo 6, comma 8, lett. m-bis, del Decreto Legislativo n. 81/2008.
Ai fini della qualifica di Formatore-Docente, si deve infatti rispondere al prerequisito del diploma di scuola secondaria di secondo grado e ad uno dei criteri previsti dal Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero della Salute del 6 marzo 2013 che racchiudono, simultaneamente:

• Conoscenze approfondite in materia di salute e sicurezza sul lavoro
• Esperienza
• Capacità didattica

L’attestato di frequenza verrà inviato mezzo mail, in formato digitale; verrà rilasciato al termine del corso (100% di frequenza) e previo superamento dell’Esame finale, così come previsto da normativa vigente.

INTRODUZIONE AL CORSO.

  • Quadro normativo di riferimento e ruolo del formatore SSL.
    Obblighi di formazione, informazione e addestramento in materia di sicurezza sul lavoro.
  • Ruoli e finalità.
  • Il D. Lgs. 81/08, L. 99/2013, Jobs act e le altre norme di riferimento.
  • Requisiti e ruolo del formatore.
  • Decreto Interministeriale del 06.03.2013 sui criteri di qualificazione del formatore per la sicurezza
  • Caratteristiche e modelli del formatore.

MODULO 1.

  • Tecniche di comunicazione nella formazione
    Introduzione. La comunicazione come strumento di coinvolgimento nella formazione
  • Le basi della comunicazione interpersonale
  • Il processo comunicativo nella formazione
  • Il feedback dei partecipanti ai corsi
  • I tre canali comunicativi.

MODULO 2.

  • La Comunicazione: modalità e Strumenti
    Come usare la comunicazione verbale in modo persuasivo nella formazione
  • L’uso del tono della voce per coinvolgere i partecipanti ai corsi
  • Il linguaggio non verbale per il formatore
  • L’uso del volto e dello sguardo per coinvolgere gli ascoltatori
  • Come usare il linguaggio non verbale nei rapporti con i partecipanti ai corsi
  • Come interpretare il linguaggio non verbale dei partecipanti
  • Come gestire la distanza personale durante una lezione in aula
  • Come gestire i conflitti nelle aule formative
  • Come esprimere critiche in modo assertivo
  • Come reagire alle critiche in modo costruttivo

MODULO 3.

Comunicazione e formazione

  • Andragogia: il processo di apprendimento dell’adulto
  • Gli elementi dell’apprendimento negli adulti
  • Elementi di progettazione didattica: come preparare l’intervento di aula
  • Le caratteristiche e gestione del gruppo di apprendimento
  • Come creare in aula un clima positivo e gestire aule difficili
  • Metodologie didattiche in aula: il ruolo del
  • Metodologie didattiche innovative: e-learning
  • La formazione aziendale: analisi esigenze e dinamiche aziendali nella formazione
  • La valutazione dell’apprendimento
Durata: 24 ore in modalità e-learning + Esame finale in Audio-Video-Conferenza

INFORMAZIONI

Per info e prenotazioni si prega di contattare il numero 0882 600353

Isaf Consulting

Indirizzo

Via Umberto Fraccacreta, 34, 71016 San Severo FG

Contatti

Email : info@isafconsulting.com

Orari ufficio

Dal lunedì al venerdì

8.30 – 13.00 | 15.30 – 19.00

Seguici sui social
Pubblicato il Lascia un commento

Corso Coordinatore Sicurezza

Corso Coordinatore Sicurezza

Il corso intende formare la figura del coordinatore per la sicurezza nei cantieri. Obiettivo generale è la preparazione dei partecipanti ad attuare e garantire la sicurezza nei cantieri, attraverso la predisposizione di piani coerenti con l’opera da realizzare, con l’attuazione della sorveglianza e di eventuali azioni correttive. I Coordinatori acquisiranno conoscenze sul sistema normativo e sui rischi specifici, competenza su tecniche costruttive, capacità di predisporre un Piano di Sicurezza e Coordinamento, un Fascicolo di prevenzione, di verificare un PO della Sicurezza e un Piano di Montaggio Ponteggi.

I Coordinatori svilupperanno competenze analitiche (individuazione rischi) progettuali
(tecniche costruttive, materiali impiegati, tecnologie) organizzative (pianificazione lavori e modalità organizzative) e di verifica (compatibilità del -PSC- con l’andamento dei lavori)

Il corso è rivolto a coloro che, in possesso dei requisiti di cui all’ art. 98 comma 1 del Testo Unico sulla sicurezza e salute sul lavoro, intendono assumere il ruolo di Coordinatore per la sicurezza in cantiere in fase di progettazione ed esecuzione. I destinatari dovranno essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

• Ingegneria
• Architettura;
• Geologia;
• Scienze forestali o agrarie;
• Diploma di geometra, di perito industriale, di perito agrario o di perito agrotecnico.

MODULO 1 – GIURIDICO 28 ORE

• La legislazione di base in materia di sicurezza e di igiene sul lavoro; la normativa contrattuale inerente gli aspetti di sicurezza e salute sul lavoro; la normativa sull’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali;

• D.L. 231/01 modelli organizzativi sicurezza, appalto LL.PP. e responsabilità;

• Il Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro con particolare riferimento al Titolo I. I soggetti del Sistema di Prevenzione Aziendale: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali. Metodologie per l’individuazione, l’analisi e la valutazione dei rischi;

• La legislazione specifica in materia di salute e sicurezza nei cantieri temporanei o mobili e nei lavori in quota. Il titolo IV del Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;

• Le figure interessate alla realizzazione dell’opera: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili
e penali, la disciplina sanzionatoria e le procedure ispettive;

• La legge quadro in materia di lavori pubblici ed i principali decreti attuativi;

• La CCNL in edilizia. Il ruolo degli Enti bilaterali. Attività di partecipazione dei lavoratori. Libretto formativo.

MODULO 2 – TECNICO 52 ORE

• Rischi di caduta dall’alto. Ponteggi e opere provvisionali;

• L‘organizzazione in sicurezza del Cantiere. Il cronoprogramma dei lavori;

• Gli obblighi documentali da parte dei committenti, imprese, coordinatori per la sicurezza;

• Le malattie professionali ed il primo soccorso;

• Il rischio elettrico e la protezione contro le scariche atmosferiche;

• Il rischio negli scavi, nelle demolizioni, nelle opere in sotterraneo ed in galleria;

• I rischi connessi all’uso di macchine e attrezzature di lavoro con particolare riferimento agli
apparecchi di sollevamento e trasporto;

• I rischi chimici e biologici in cantiere;

• I rischi fisici: rumore, vibrazioni, microclima, illuminazione;

• I rischi connessi alle bonifiche da amianto;

• Rischi movimentazione manuale dei carichi;

• I rischi di incendio e di esplosione. Antincendio ed emergenze;

• I rischi nei lavori di montaggio e smontaggio di elementi prefabbricati;

• I dispositivi di protezione individuali e la segnaletica di sicurezza.

MODULO 3 – METODOLOGICO/ORGANIZZATIVO 16 ORE

• I contenuti minimi del piano di sicurezza e di coordinamento, del piano sostitutivo di sicurezza e del piano operativo di sicurezza;

• I criteri metodologici per: a) l’elaborazione del piano di sicurezza e di coordinamento e l’integrazione con i piani operativi di sicurezza ed il fascicolo; b) l’elaborazione del piano operativo di sicurezza, POS e DUVRI; c) l’elaborazione del fascicolo; d) l’elaborazione del P.I.M.U.S. (Piano di Montaggio, Uso, Smontaggio dei ponteggi; e) la stima dei costi della sicurezza;

• Teorie e tecniche di comunicazione, orientate alla risoluzione di problemi e alla cooperazione; teorie di gestione dei gruppi e leadership;

• I rapporti con la committenza, i progettisti, la direzione dei lavori, i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;

• Elaborazione del rischio elettrico e la protezione contro le scariche atmosferiche;

• Elaborazione del rischio negli scavi, nelle demolizioni, nelle opere in sotterraneo ed in galleria;

• Elaborazione dei rischi connessi all’uso di macchine e attrezzature di lavoro con particolare riferimento agli apparecchi di sollevamento e trasporto;

• Elaborazione dei rischi chimici in cantiere.

MODULO 4 – PRATICO 24 ORE

• Esempi di Piano di Sicurezza e Coordinamento: presentazione dei progetti, discussione sull’analisi dei rischi legati all’area, all’organizzazione del cantiere, alle lavorazioni ed alle loro interferenze;

• Stesura di Piani di Sicurezza e Coordinamento, con particolare riferimento a rischi legati all’area, all’organizzazione del cantiere, alle lavorazioni ed alle loro interferenze. Lavori di gruppo;

• Esempi di Piani Operativi di Sicurezza e di Piani Sostitutivi di Sicurezza;

• Esempi e stesura di fascicolo basati sugli stessi casi dei Piano di Sicurezza e Coordinamento;

• Simulazione sul ruolo del Coordinatore per la Sicurezza in fase di esecuzione.

Il corso ha una durata di 120 ore in modalità Audio-Video-Conferenza, più successivo esame finale.

La frequenza del corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza nei cantieri prevede il rilascio dell’attestato partecipando al 90% delle lezioni.

E’ possibile scaricare, direttamente dal proprio account personale, le dispense e il materiale didattico fornito dai Docenti.

INFORMAZIONI

Per info e prenotazioni si prega di contattare il numero 0882 600353

Isaf Consulting

Indirizzo

Via Umberto Fraccacreta, 34, 71016 San Severo FG

Contatti

Email : info@isafconsulting.com

Orari ufficio

Dal lunedì al venerdì

8.30 – 13.00 | 15.30 – 19.00

Seguici sui social